Gli scaligeri
di Verona

“Un libro monumentale... Una cattedrale letterararia”. (G.Villani)

ROMANZO STORICO

1117-1329

 

Da Piazza san Zeno a piazza dei Signori tra Palio e Bacanal

Una bella recensione de "La Croce e la spada 1117-1128" a cura di Isabel Giustiniani al link http://www.isabelgiustiniani.com/2015/12/la-croce-e-la-spada-italo-martinelli.html

Inutile negarlo... E' pur sempre una gran bella soddisfazione!

Con la presentazione di ieri sera presso la biblioteca comunale di Mozzecane si chiude un anno ricco di buoni risultati per il progetto editoriale de "Gli Scaligeri di Verona"
Grazie a tutti gli organizzatori, grazie all'editore Sometti, grazie a Maria Vittoria Adami per la preziosa collaborazione e soprattutto grazie a tutti i lettori e a tutte le persone che in diversi luoghi hanno apprezzato questo modo nuovo di divulgare una storia antica... L'appuntamento è per la prossima Primavera con l'uscita del secondo volume dal titolo "Il sigillo di sangue 1129 - 1148"
A tutti un sincero augurio per un sereno Natale.
 

Presentazione de la "Croce e la spada 1117 - 1128" presso Storico Caffè Fantoni - Villafranca di Verona

Buongiorno signor Martinelli, voglio farle i miei più sinceri complimenti per il suo libro "La croce e la spada".

Devo dire che mi è veramente piaciuto e, se posso dire, visto che ho letto anche "I pilastri della Terra" e "Il nome della rosa", tanto per stare in tema, la sua prosa mi risulta molto più piacevole e scorrevole di quella di questi altri illustri scrittori…

E scusi il paragone! 

Inoltre ho apprezzato molto la puntigliosa ricerca e la descrizione dei richiami storici e delle fonti alle quali sempre si è rifatto... Veramente bravo, complimenti vivissimi!


Un lettore

 

 

 

UN PROGETTO EDITORIALE A TUTTO TONDO

Parla Italo Martinelli, autore de “Gli scaligeri di Verona”, cattedrale letteraria: “L’avventura della mia opera medievale continua e cresce di giorno in giorno”

Continua la pubblicazione de “Il Cavaliere Invitto”, il romanzo storico di Italo Martinelli che racconta quanto è successo a Verona, dal grande terremoto del 1117 fino alla  morte di Cangrande della Scala nel 1329.

Siamo andati a incontrare l’imprenditore-scrittore.

Martinelli, come procede il suo lavoro letterario?

E’ chiaro che quando uno s’accinge a un’opera come questa deve mettere in preventivo anche qualche difficoltà. Per adesso la ricompensa migliore sono state le tante albe bellissime di cui ho potuto godere in questi due anni di dura scrittura. Poi l’imponderabile può sempre accadere. Sulla mia scrivania tengo bene in vista una frase del poeta inglese John Ruskin, grande amante di Verona, che diceva “il miglior riconoscimento per la fatica fatta non è ciò che se ne ricava, ma ciò che si diventa grazie ad essa”. Ecco, ogni qualvolta finisco di redigere un nuovo anno del mio romanzo, mi tornano alla mente queste parole. Mi danno la carica per iniziare a studiare, approfondire e scrivere un’altra pagina di questa bellissima avventura.

Ha in cantiere altri progetti su cui si articoleranno le prossime pubblicazioni?

Diciamo innanzitutto che “Gli Scaligeri di Verona”, di cui è parte preminente “Il Cavaliere Invitto", è un vero e proprio progetto editoriale! Nasce per il web e si sviluppa soprattutto attraverso i social e le nuove teconologie. Chi è interessato può scaricare di volta in volta un capitolo inedito acquistabile singolarmente. In pratica ci si inserisce nella narrazione storica come e quando si vuole! Poi vengono i 9 volumi composti da 24 anni ciascuno. Anche questi sono venduti solo on line in formato PDF o in formato E-book. La pagina Facebook conta quasi quattromila "mi piace" e cresce di giorno in giorno... L'interesse non manca di certo!

Qualcuno l’ha definita un’opera monumentale... Io direi che si tratta di una vera opera medievale, che descrive un’epoca di grandissimi contrasti, violenze inaudite ma anche  vette di santità mai più raggiunte. Pensiamo solo a san Francesco che “sfiorò” nei suoi viaggi anche Verona. Un’epoca feroce che però ha saputo regalarci le cattedrali romaniche e gotiche e opere eterne come la Divina Commedia. “Gli Scaligeri di Verona” sono un po’ come una di queste cattedrali: richiedono tanto lavoro e pazienza per essere portate a termine oltre ad una buona dose di sana "follia"!

In che senso gli “Scaligeri..” sono un progetto editoriale a tutto tondo?

Nel senso che la scritura "contamina" anche l' ambito musicale, quello radiofonico, fotografico, addirittura televisivo o turistico, teatrale e ludico... Gli aspetti legati ai social network possono fare tante altre cose: tra cui un blog, una community o addirittura permettere ad altri scrittori di “inserirsi” nei racconti e tratteggiare storie diverse. Un vero e proprio racconto aperto! Non passa giorno che nel mondo de “Gli Scaligeri…” non accada una novità. Gente sconosciuta mi incita ad andare avanti, altri si propongono per collaborare con propri studi o ricerche personali, che per tanti ovvi motivi purtroppo non sono stati ancora pubblicati. In tantissimi mi chiedono di potere “fare un giro” per la città, alla scoperta del vero volto medievale della nostra bella Verona ed è per loro che ho pensato appositamente ad una sezione particolare del sito.Così diciamo che se proprio dovesse andare male la scrittura, un altro lavoretto me lo sono creato.

 

Facebook Twitter

Gli Scaligeri di Verona - Romanzo Storico
IL CAVALIERE INVITTO  1117-1329